Firmato il decreto che sblocca l’avvio del sistema di tracciabilità del riso biologico

Firmato il decreto che sblocca l’avvio del sistema di tracciabilità del riso biologico.

Il riso bio sarà ancora più controllato accuratamente, grazie alla possibilità di implementarne finalmente la tracciabilità.

Il Ministro Centinaio ha firmato il decreto relativo al biologico che, una volta pubblicato, comporterà l’obbligo di indicare eventuali superfici a biologico o in conversione ad agricoltura biologica nella denuncia di superficie. Pertanto, i risicoltori che non avessero ancora presentato la denuncia di superficie sono invitati a farlo specificando le eventuali superfici a biologico oppure in conversione ad agricoltura biologica, mentre i risicoltori che avessero presentato la denuncia di superficie senza aver indicato eventuali superfici a biologico oppure in conversione ad agricoltura biologica dovranno ripresentarla con le informazioni richieste dal decreto. Lo rende noto l’Ente nazionale Risi.
”Tutti i produttori bio, come già fanno i risicoltori del convenzionale – precisa il direttore Ente Risi Roberto Magnaghi – devono ora denunciare la superficie della risaia a biologico oppure in conversione ad agricoltura biologica per poi dichiarare la produzione da ottenere”.
Il decreto prevede, inoltre, che nella denuncia di superficie venga indicato l’organismo di controllo designato.

Federbio accoglie molto positivamente la firma del decreto che avvia di fatto la possibilità di implementare i controlli di tracciabilità.
“Ringrazio il ministro Centinaio per aver finalmente sbloccato l’avvio del sistema di tracciabilità del riso biologico in capo all’Ente Risi, una battaglia che Federbio ha portato avanti ormai da due anni per conto dei risicoltori bio onesti. Ora è necessario che Ente Risi e ministero assicurino un monitoraggio a sistema dei dati sulle rese produttive e sulle quantità commercializzate, dato che i singoli organismi di certificazione potranno verificare solo i dati delle aziende che controllano direttamente”, ha commentato Paolo Carnemolla, Presidente di Federbio.
Una notizia importante per i consumatori italiani. Nonostante il riso biologico sia tre volte più controllato rispetto a quello convenzionale, infatti, resta vittima delle varie frodi venute a galla in questi anni, che hanno minato la fiducia delle persone nei confronti del bio. Questo importante passo normativo, che potrebbe sembrare quasi un tecnicismo, avvia di fatto la possibilità di implementare i controlli di tracciabilità del riso biologico.

Acquista il riso biologico su Amazon QUI.

Acquista prodotti biologici italiani QUI.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi il nostro articolo precedente.

By |2018-07-25T09:28:40+00:00luglio 24th, 2018|Categories: Alimenti, Ambiente|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'alimentazione in unico posto, è Foodonomy.

Rispondi