La pasticceria secca piemontese: i baci di dama

Uno dei grandi classici della pasticceria secca piemontese, sono i baci di dama: rigorosamente realizzati con nocciole IGP del Piemonte.

Uno dei grandi classici della pasticceria secca piemontese, sono i baci di dama.
Rigorosamente realizzati con nocciole IGP Piemonte (diffidate da chi utilizza la farina di mandorle), questi friabili biscottini vi conquisteranno solo sentendo il loro inconfondibile odore e appena li assaggerete vi lasceranno senza parole!

Ingredienti x 4 persone:

  • 150 g di farina 00 W170
  • 125 g di fecola di patate
  • 125 g di zucchero a velo
  • 150 g di nocciole IGP Piemonte
  • 150 g di burro freddo a pezzetti
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • I semi di una bacca di vaniglia

Preparazione:

Frullare le nocciole ma non troppo, perché non devono buttare fuori l’olio. Inserire in planetaria la farina di nocciole così ottenuta, la farina 00, la fecola di patate, il sale, lo zucchero a velo, i semi della bacca di vaniglia e il burro freddo a pezzetti. Azionare il gancio a foglia, amalgamare molto velocemente e poi aggiungere l’uovo.
Riprendere l’impasto su una spianatoia infarinata e creare un panetto che andrà fatto riposare in frigorifero per almeno un’ora.
Trascorso il periodo di riposo, creare delle palline della dimensione desiderata ed infornare a 180° in modalità statica, per circa 15 minuti.

Una volta giunti a cottura, far raffreddare i gusci, farcire con cioccolato fondente e poi unirli due a due.

Buon appetito!

Ti è piaciuta la nostra ricetta? Scopri i nostri partner, o tutte le nostre ricette!