Olio extravergine Monini presenta il Piano di Sostenibilità 2020-2030

Olio extravergine Monini offre la sua esperienza per affrontare le conseguenze ambientali della crisi climatica e sostenere l’eccellenza della produzione italiana.

Olio extravergine Monini presenta il Piano di Sostenibilità 2020-2030

Oggi il mondo della nutrizione si trova ad affrontare sfide sempre più complesse e sfaccettate. Lo sviluppo sostenibile non riguarda solo la dimensione ambientale ma ha anche un importante risvolto socioeconomico. Stili di vita non equilibrati e minori garanzie di sicurezza alimentare minano la salute e il benessere individuale e collettivo.

Con il Piano di sostenibilità 2020-2030, l’olio extravergine Monini si è posto l’obiettivo di definire le linee d’azione in grado di rispondere alle sfide attuali e anticipare i bisogni futuri. Lo studio delle pratiche di eccellenza del settore oleario e alimentare ha permesso l’implementazione di soluzioni di sostenibilità ispirate al modello dei migliori esempi internazionali.

Il Piano disegna un viaggio lungo dieci anni per promuovere e costruire un futuro più sostenibile, giusto e consapevole. L’impegno si delinea lungo tre macroaree di intervento, arrivando a tracciare un percorso verso la sostenibilità che comincia dal campo e arriva fino alla tavola: In campo, Dentro la bottiglia e Sulla tavola.

Olio extravergine Monini presenta il Piano di Sostenibilità 2020-2030 1

La tecnologia diventa una preziosa alleata non solo per affinare le tecniche di trasformazione ma anche per ridurre i consumi, abilitando un uso più responsabile di acqua e suolo. 100% degli oliveti coltivati ad agricoltura integrata o biologica in ecosistemi vocati all’olio e irrigati goccia a goccia, 1 milione di nuovi alberi piantati e oltre 50 mila tonnellate di CO2 sequestrate: questi gli obiettivi per realizzare un modello agricolo in armonia con l’ambiente e sicuro, in grado di preservare tutto il valore della biodiversità.

La qualità dell’olio extravergine d’oliva, la tradizione della sua produzione e la cura in tutte le sue fasi rappresentano il grande patrimonio che l’olio extravergine Monini è costantemente impegnato a difendere e valorizzare. Per questo vuole certificare il 100% dei prodotti di origine italiana con il marchio del Consorzio Extravergine di Qualità, aumentare la tracciabilità tramite la tecnologia blockchain e utilizzare un packaging sempre più leggero, che preveda l’utilizzo di materiali riciclati e il design di una nuova bottiglia sostenibile.

Investendo sulla salute e sul benessere delle generazioni future, l’olio extravergine Monini intende garantire dieci anni di sostegno alla ricerca scientifica in merito alle proprietà nutraceutiche e nutrigenomiche dell’olio extravergine d’oliva, portando avanti progetti sperimentali e di divulgazione scientifica anche in collaborazione con la Fondazione Umberto Veronesi. Supporterà inoltre l’educazione alimentare di 1 milione di ragazzi, appartenenti a 14.000 scuole, e al fine di promuovere uno stile di vita sano prevede il supporto a una serie di grandi eventi sportivi, con l’obiettivo di incontrare 200 mila persone ogni anno.

Monini guarda al futuro con fiducia e competenza, con la promessa di rimanere fedeli e non togliere nulla alla natura e al territorio, con l’impegno di offrire sempre ai consumatori un prodotto di qualità superiore, buono per la salute e dal gusto inconfondibile, non solo in Italia ma anche nel resto del mondo. Per rendere l’olio extravergine d’oliva patrimonio di tutti.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.