Le birre artigianali del Birrificio Balabiott

Le birre artigianali del Birrificio Balabiott

Balabiòtt, dal dialetto Lombardo occidentale, è l’aggettivo affibbiato all’amico che, alzando un po’ il gomito, si esibisce nella danza di paese togliendosi i vestiti della festa.

Nel 2014, dopo un anno di sperimentazioni su piccoli impianti di laboratorio il Birrificio Balabiòtt apre i battenti in corso Moneta 75 a Domodossola, con un piccolo impianto da 2,5 hl e due fermentatori da singola cotta. Produce inizialmente 3 birre: Fiòla, Rabelòtt e Sciùra. Col passare dei mesi nasce la Bìsa, la 40 dì (in occasione del 70° anniversario della Repubblica dell’Ossola) e poco dopo la Baiòrda.
Un anno dopo, data la crescente richiesta, si trasferisce nei locali di un ex supermercato allestiti con una sala cottura da 12 hl e una cantina di fermentazione da 84 hl, che consentono potenzialmente di produrre poco meno di 1000 hl annui.
Ad inizio 2016 viene prodotta la prima birra a bassa fermentazione: la Ganàssa. Al top di gamma troviamo la Vègia’14, una birra invecchiata in botte di Prunent (Vino Nebbiolo Ossolano) creata in collaborazione con le Cantine Garrone, a tiratura limitata prodotta ogni anno con ingredienti, fermentazioni e tempi di invecchiamento differenti.
In aprile il birrificio viene recensito nella “Guida alle Birra d’Italia 2017” edito da Slow Food: la Sciùra è inserita nella lista delle Grandi Birre, si tratta del primo riconoscimento ufficiale.
Le birre Balabiòtt vengono prodotte con metodo artigianale, senza aggiunta di conservanti. Non essendo né microfiltrate né pastorizzate rimangono un alimento vivo e mantengono tutti i sapori e le proprietà di questa antichissima bevanda.

Ecco alcune delle birre Balabiòtt che potete trovare su UBeer:
Fiòla: golden ale, una birra chiara ad alta fermentazione, dal carattere luppolato e dissetante, con un gradevole sentore amarognolo apportato dal luppolo nobile Saaz.
Baiòrda: white ipa, una birra di frumento, chiara e naturalmente torbida. La leggera acidità e la generosa luppolatura la rendono beverina e dissetante. Birra da gustare come aperitivo o abbinata a piatti o salumi grassi.
Ganàssa: american lager, una birra chiara a bassa fermentazione, dalle delicate note di cereali. L’elegante luppolatura apporta lievi note erbacee.
Rabelòtt: una birra ambrata ispirata alle IPA inglesi. L’intensità dei diversi luppoli utilizzati bilancia il malto caramellato, rendendola piacevolmente amara e beverina.
Sciùra: honey ale, un birra scura dal corpo avvolgente, reso ancor più importante dalla presenza del miele. Il grado alcolico è ben equilibrato dagli aromi e dalle piacevoli note tostate.
40 dì: roggenbier, una birra di segale, leggermente acidula, torbida e dal colore ramato. Il lievito apporta profumi e sapori speziati e fruttati.

In esclusiva per i nostri lettori, proponiamo uno sconto di 5€, inserendo il codice NG62XQJT, per l’acquisto dei prodotti Balabiòtt su UBeer.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi il nostro articolo precedente.

By |2018-09-20T09:44:10+00:00settembre 20th, 2018|Categories: Bevande|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'alimentazione in unico posto, è Foodonomy.

Rispondi