Basilico Genovese DOP e il nuovo progetto Genovese Storico

Cooperazione e filiera corta per la qualificazione del mercato del Basilico Genovese DOP: questo è il nuovo progetto Genovese Storico.

Basilico Genovese DOP

Il Basilico Genovese è il prodotto agricolo della Liguria a cui si deve la notorietà del pesto in tutto il mondo e il Consorzio di Tutela da sempre si adopera per porre l’attenzione su di esso e sulla sua importanza come prodotto caratterizzante. Questo valore è ormai consolidato nel mercato del Basilico Genovese DOP atto alla trasformazione, mentre una strategica attenzione va rivolta alla produzione per il mercato fresco.

È noto che la coltura del Basilico Genovese nasce storicamente a Genova, nelle aree agricole periurbane, da sempre produttori di primizie per il mercato del fresco della città. Ancora oggi l’uso del Basilico Genovese DOP fresco presenta uno straordinario potenziale di crescita e qualificazione, non solo sul territorio ligure ma a livello nazionale, e sussistono ampi margini di sviluppo se i piccoli produttori proteggono la tipicità e l’origine del loro prodotto con la DOP.

Analizzando le opportunità e traguardando una crescente qualificazione a vantaggio di tutto il mercato del Basilico Genovese DOP, il Consorzio di Tutela ha accolto con favore l’opportunità del bando del PSR della Regione Liguria a valere sulla mis 16.4 “Aiuti per la promozione e lo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”, presentando come Capofila il progetto “LA FILIERA CORTA DI ECCELLENZA DEL BASILICO GENOVESE DOP PER IL MERCATO FRESCO”, dove il “bouquet” è protagonista, tutelato nella sua tipicità grazie alla DOP.

Da fine 2018 il progetto è stato costruito dietro le quinte: si chiama “Genovese Storico” ed è stato lanciato Giovedì 4 Marzo con un grande evento live online. La storia, il territorio e i produttori, lasciando che, a descrivere il profumo e il gusto del loro Basilico Genovese DOP fresco e raccolto a mano, siano gli chef e i giornalisti del panorama enogastronomico italiano.

Basilico Genovese DOP pesto

Il progetto è partecipato dai produttori di Basilico Genovese DOP fresco del ponente genovese, uniti per qualificare il prodotto e distribuirlo attraverso la cooperativa Unione Agricola Genovese direttamente al settore della filiera più strategico: i professionisti della ristorazione, a loro volta capaci di veicolarlo adeguatamente ai consumatori, sia in termini di qualità gastronomica che di immagine. Per questo è un progetto di filiera corta: dal produttore al consumatore con il solo passaggio intermedio del ristoratore, per mantenere il valore del prodotto saldamente ancorato al valore dei produttori.

Ha partecipato al progetto anche l’azienda alimentare Rossi 1947 che gestisce il trattamento del prodotto per la commercializzazione. Attraverso il nome evocativo “Genovese Storico”, questo partenariato rende possibile una modalità di promozione e commercializzazione specificamente dedicata all’Ho.re.ca, che mette in luce le peculiarità del Basilico Genovese DOP prodotto nell’area storica, attraverso un nuovo brand di progetto all’interno della DOP esistente.

Un progetto unitario ed essenziale che intende incoraggiare l’attenzione verso la qualità e la tradizione che spingono il tessuto produttivo ligure verso la crescita: una carta vincente dell’economia del territorio, che la Denominazione d’Origine permette di mettere davvero in gioco, salvaguardando gli interessi dei consumatori e dei produttori “resistenti” che insistono in maniera virtuosa sul territorio anche come valore socio-culturale.

La Regione Liguria con la misura 16.4 del PSR sta offrendo un’opportunità concreta. Il Consorzio di Tutela ci crede fermamente, i protagonisti della filiera sono attivati, il mercato attende.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.

Fonte: Consorzio Tutela Basilico Genovese DOP