La colazione: cosa mangiare e cosa evitare, quesiti risolti e ricetta proteica

Oggi vi parliamo della colazione, un pasto fondamentale per far partire al meglio la propria giornata.

La colazione: cosa mangiare e cosa evitare, quesiti risolti e ricetta proteica

Pensi che la colazione sia il pasto più importante della tua giornata? Come sempre si manifestano i soliti dubbi: fare colazione fa bene o fa male? Tutto dipende da noi. Se preferisci fare colazione per sentirti più energico allora falla, se riesci comunque ad essere attivo evitandola allora non farla.

Fare colazione apporta sicuramente dei benefici. Ci permette di non arrivare affamati all’ora di pranzo, non si sviene, non ci si sente stanchi, non si abbassa il metabolismo, non si soffre la fame. Quindi è sempre consigliato iniziare la giornata con una sana colazione.

Ma cosa succede se si salta la colazione?

Si possono manifestare stanchezza, fame improvvisa e giramenti di testa. Questo accade perché lo stato energetico del corpo è regolato dalla disponibilità esogena degli zuccheri, se non li mangiamo avvertiamo un malessere generale. In molti si chiedono anche se saltare la colazione faccia perdere peso. La risposta è no! Saltare la colazione non fa dimagrire, se poi con gli altri pasti della giornata assumi tutte le calorie che ti servono. Ovvio che se siete in regime normocalorico e passate dal fare la colazione al non farla, questo potrebbe farvi perdere peso perché entrerete in ipocalorica. Comunque bisogna fare attenzione, perché così facendo, potreste avere più fame e quindi mangiare di più, recuperando le calorie “perse” non facendo colazione.

Si ingrassa se si salta la colazione?

No! Saltare la colazione non influenza l’aumento di peso, anzi, nelle giuste condizioni non fare colazione aiuta a dimagrire, ovviamente a seconda della persona e delle sue abitudini. Spiegamoci meglio: se prendete soggetti in sovrappeso abituati a saltare la colazione, fategliela fare e vedrete che dimagriranno, se invece prendete soggetti in sovrappeso abituati a fare colazione, fategliela saltare e vedrete che dimagriranno.

Quali alimenti preferire a colazione?

Una colazione per dirsi sana dovrebbe includere carboidrati, proteine, grassi sani e fibre. Tutte queste sostanze ci aiutano a sentirci in forma, pieni di energia e ad arrivare all’ora di pranzo senza cali di zuccheri. Secondo la tradizione italiana, latte, yogurt, fette biscottate, frutta fresca e marmellata sono gli ingredienti fondamentali della prima colazione. La frutta rappresenta un ottimo alimento da consumare a colazione. Fornisce vitamine, antiossidanti, fibre e aiuta il ripristino delle riserve glucidiche. Non affatica l’apparato digerente e stimola il processo di detossificazione dell’organismo che durante la notte raggiunge i massimi livelli. Le fette biscottate integrali con marmellata sono ricche di fibre. Associa agli amidi gli zuccheri semplici della marmellata. Un mix vincente che fornirà un rilascio costante di energia durante la mattinata. Latte e yogurt parzialmente scremati forniscono calcio, proteine, fermenti lattici e il giusto quantitativo di grassi. Il cioccolato fondente è solo per i golosi che se lo meritano (cioè per chi segue un regolare programma di attività fisica) e per coloro che non presentano particolari problemi. Il consumo di 50 grammi di cioccolato fondente extra fornisce ferro, fosforo, potassio, metilxantine e una buona dose di antiossidanti senza esagerare con le calorie. Ricordate che il mattino è il momento migliore per assumere dolci, la sera il peggiore, ma non esagerate!

Quali alimenti evitare a colazione?

I cereali. Ancora tante persone pensano che questi prodotti siano una scelta nutriente e sana per adulti e bambini ma in realtà si tratta di cibi elaborati industrialmente che contengono piccole quantità di cereali raffinati a fronte di una grande presenza di zucchero e grassi. La raffinazione ha fatto poi perdere nutrienti utili (ferro, vitamine b, ecc) che vengono aggiunti artificialmente grazie ad un processo chiamato “fortificazione”. Anche il muesli non è una buona scelta perché si trova sempre presente un’eccessiva quantità di zucchero. Vi consigliamo al posto di questi prodotti di acquistare i fiocchi di cereali biologici per realizzare un muesli fatto in casa con l’aggiunta di frutta secca o fresca, semi o altro. Da evitare anche cornetti, frittelle e altri prodotti golosi per la colazione sono senz’altro buoni e appetitosi ma contengono farina raffinata, molto zucchero (anche sotto forma di sciroppi), prodotti per aromatizzare, latte, uova e altri ingredienti. E ancora i succhi di frutta. I succhi di frutta sono molto allettanti soprattutto quando è ora di colazione. Queste bevande, però, sono spesso cariche di zuccheri e il processo di pastorizzazione elimina quasi completamente le vitamine presenti originariamente nella frutta. Tra l’altro, proprio la frutta, è spesso contenuta in una percentuale bassa rispetto ad altri ingredienti come acqua e appunto zucchero. Meglio allora preparare succhi, estratti o frullati in casa con frutta fresca e di stagione. Molte persone, anche bambini, la mattina amano fare colazione con muffin, plumcake o altri tipi di merendine confezionate. Quasi tutti ormai sanno però che questi prodotti sono fatti da una serie di ingredienti non certo sani: farina raffinata, zuccheri, burro, margarina o olio di palma, aromi e conservanti. Una vera bomba calorica e zuccherina che non fa bene al corpo in quanto provoca scompensi glicemici dopo poche ore e favorisce quindi a lungo andare la comparsa di problematiche croniche come diabete o obesità. Non è meglio farsi un dolcetto in casa?

Dolcetto fit per una sana colazione: FIT BROWNIE

Ingredienti (per 4 persone):

  • 40 g di farina d’avena integrale
  • 30 gr di farina di riso integrale
  • 100 gr di banana
  • 10 gr di cacao amaro in polvere
  • 60 ml di albume
  • 50 ml di latte di soia
  • q.b. cannella
  • 1 cucchiaino abbondante di lievito per dolci

La colazione: cosa mangiare e cosa evitare, quesiti risolti e ricetta proteica 1

Procedimento:

Unire le farine con il cacao amaro in polvere e la cannella. Mescolare e aggiungere a filo 50 ml di latte di soia. Aggiungere la banana ridotta in purea ed amalgamare con una frusta da cucina senza formare grumi. A parte montare a neve ben ferma 60 ml di albumi. Unirli poco alla volta all’impasto creato mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Aggiungere il lievito per dolci e dare un’ultima mescolata. Infornare a 180° statico per 10/13 minuti.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.