È italiano il miglior ristorante del mondo

È italiano il miglior ristorante del mondo

Massimo Bottura torna in vetta alla classifica, Osteria Francescana si aggiudica il World’s 50 Best Restaurants 2018

«Continuano a chiedermi qual è il nostro segreto. Lavorare sodo, divertirci fuori dal lavoro e tornare a lavorare. Ieri sera io, Lara, mia figlia e i ragazzi abbiamo festeggiato dopo la vittoria fino a tardi. Stamattina alle 9 erano tutti già attivi, pronti per ricominciare. Mia figlia era già a Milano a lezione. Così si fa».

Massimo Bottura trionfa ancora. Dopo essere stato il numero uno dei World’s 50 Best Restaurants nel 2016, lo chef dell’Osteria Francescana di Modena vince, per la seconda volta, il titolo di miglior ristorante del mondo per la classifica dei World’s 50 Best Restaurants 2018.

Al secondo posto si piazza il ristorante El Celler de Can Roca dei fratelli Roca (Girona, Spagna), mentre al terzo posto il Mirazur dello chef Mauro Colagreco (Mentone, Francia). Al quarto posto il vincitore dello scorso anno, l’Eleven Madison Park di New York, e in quinta posizione il ristorante Gaggan di Bangkok.

CHI È

Massimo Bottura è un cuoco italiano, chef e proprietario dell’Osteria Francescana a Modena, ristorante premiato con tre stelle Michelin.  Cresciuto a Modena, sin da ragazzo manifesta uno spiccato interesse per la gastronomia. Nel 1986 abbandona gli studi di legge e il lavoro nell’azienda di famiglia (grossista di prodotti petroliferi) per aprire il suo primo ristorante; successivamente approfondisce la cucina francese classica con Georges Cogny e, nel 1992, perfeziona la sua formazione lavorando per Alain Ducasse al Louis XV di Montecarlo.

Dopo aver proseguito la formazione a New York, nel 1995 rientra a Modena e rileva una trattoria tradizionale nel cuore della città, l’Osteria Francescana. Nel 2000 lo chef catalano Ferran Adrià invita Bottura nel proprio ristorante El Bulli in Spagna, dove apprende le basi della cucina molecolare.

Nel 2015 in concomitanza con Expo 2015 a Milano, realizza un progetto in collaborazione con la Caritas Ambrosiana: il Refettorio Ambrosiano. Un teatro dismesso di periferia diventa il luogo di accoglienza e ristoro per persone in difficoltà. Nei 6 mesi di Expo, si recuperano circa 15 tonnellate di eccedenze alimentari, accogliendo quotidianamente 90 persone. In Brasile viene replicato il modello, in occasione delle Olimpiadi di Rio 2016 con la collaborazione dello chef David Hertz: il Refettorio Gastromotiva. Oltre a Rio, refettori sono sorti anche a Bologna, Modena e Londra.

A seguito dell’esperienza dei Refettori, Bottura e la moglie fondano Food for Soul, un’associazione no-profit per combattere lo spreco alimentare  nell’interesse dell’inclusione sociale.

MANGIARE DA BOTTURA

I prezzi per mangiare all’Osteria Francescana, non sono ovviamente da osteria. Per essere ospiti di Bottura bisogna considerare di spendere sui 450€ a testa: un menù con 10 degustazioni costa 250€, mentre quello da 12 viene 270€, cui va aggiunta la selezione di vini da 140€ o 180€. Si può mangiare anche alla carta e il ristorante non richiede un dress-code, anzi “un abbigliamento casual sarà perfetto per la vostra visita”. Il ristorante ha una disponibilità limitata a dodici tavoli, un pranzo dura in media 3 ore ed è possibile effettuare una prenotazione fino ad un massimo di 10 persone.

All’Osteria Francescana lo chef Massimo Bottura trae spunto dall’arte contemporanea per realizzare piatti altamente innovativi che approfondiscono e reinterpretano le tradizioni culinarie italiane. Da qui piatti come Cinque stagionature del Parmigiano Reggiano in diverse consistenze e temperature o Un’anguilla che risale il fiume Po o ancora il celebre A volte germano, a volte pernice, ma anche bollito.

NOVITÀ 

Massimo Bottura ha aperto anche la Gucci Osteria all’interno del Gucci Garden, nuovo spazio polifunzionale di Gucci in piazza della Signoria a Firenze. Il menù include piatti dal respiro internazionale, classici della cucina italiana e qualche rilettura singolare, per un’esperienza gastronomica completa e a orario continuato.

Ad oggi, non c’è problema ad affermare che Massimo Bottura abbia già scritto un capitolo importante della storia culinaria italiana e internazionale. E l’intenzione è che non sembra volersi fermare qui.

Scopri le guide ai migliori ristoranti italiani QUI.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi il nostro articolo precedente.

By |2018-08-10T11:02:25+00:00giugno 23rd, 2018|Categories: Alimenti, Ristoranti|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'alimentazione in unico posto, è Foodonomy.

Rispondi