Acetaia Guerzoni: l’inizio di una nuova era

Un’azienda, una Famiglia, che è riuscita a superare limiti e difficoltà grazie alla passione investita nel portare avanti un progetto divenuto al giorno d’oggi formidabile.

Acetaia Guerzoni: l’inizio di una nuova era

La passione penso sia l’unico aggettivo utile che io possa utilizzare per spiegare, a me e a voi che leggete quest’articolo, il perché del duro lavoro che questa famiglia fa da decenni. Esatto, passione, quel sentimento che si percepisce ovunque si legga la storia dell’azienda della famiglia Guerzoni.

Molteplici furono i sacrifici che dovettero affrontare, nel corso degli anni, per poter un giorno veder ripagato il loro duro lavoro. Negli anni ’70 arrivò la stupenda idea di accompagnare le vigne dell’azienda verso il biologico e biodinamico. Scelta considerata folle in Italia ma grazie alla passione che investiva la famiglia, riuscirono nel loro intento, ottenendo così la prima certificazione negli anni ’80 da parte di un ente tedesco “Demeter”. Fu grazie ad essa che l’azienda divenne l’unica al mondo a possedere tale certificazione, quando ancora nel nostro paese non esisteva. Negli stessi anni ebbe inizio la produzione di aceto balsamico rendendo i Guerzoni il primo produttore di aceto balsamico di Modena I.G.P. biodinamico in Italia.

Passione che non è legata solo all’essere prima al mondo ma anche nel portare avanti una tradizione col fine di offrire sapori del passato ai giorni nostri, nel rispetto costante della natura.

Come vasta è la scelta dei loro prodotti, dall’aceto balsamico in diverse stagionature, all’aceto di mele, al mosto cotto biologico, da non dimenticare l’aceto di vino e tanti altri, così il sapore e aromi che essi contengono. È possibile passare dai sapori più delicati ed equilibrati, a quelli più intensi e decisi. Fattore molto importante se si ha voglia di abbinare tali prodotti a generi alimentari vari poiché si ha la possibilità di trasformare una semplice ricetta in qualcosa di più gustoso e innovativo.

Ho avuto la fortuna di testare alcuni dei loro prodotti e vi garantisco l’ottima qualità. Ho provato a inserire i vari tipi di aceto in alcuni piatti, non potete immaginare i meravigliosi contrasti e sapori che quei prodotti rilasciano se abbinati bene. L’esempio che posso farvi è come ho utilizzato l’aceto di mele per realizzare una maionese molto più leggera dal gusto sublime, o la realizzazione di una glassa con l’aceto balsamico di Modena I.G.P. utilizzata all’interno di un risotto con gli asparagi con un risultato eccezionale (presto vi sveleremo anche le ricette!).

In conclusione posso solo invitarvi a provare alcuni dei loro prodotti (o anche tutti) e congratularmi con la famiglia Guerzoni per aver avuto la forza e la passione nel portare avanti un obiettivo così ben riuscito realizzando un prodotto italiano davvero di alto livello.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.