Azienda Agricola Frosini Lorenzo: il biologico che ti conquista

La storia di un giovane ragazzo che ha deciso di fare impresa in campagna, affrontando il duro lavoro nei campi e portando avanti una tradizione di famiglia.

Azienda Agricola Frosini Lorenzo: il biologico che ti conquista

Sono sempre rimasta affascinata dalle persone un po’ fuori dagli schemi, che amano osare, mettersi in discussione e al tempo stesso rimangono legate alle tradizioni del passato, rivisitandole e rendendole attuali.

La storia di Lorenzo Frosini e della sua giovane azienda, racchiudono questo concetto in modo esemplare. Lui è un ambizioso ragazzo di 22 anni che nel 2016 ha deciso di fare impresa in campagna, affrontando il duro lavoro nei campi e portando avanti una tradizione di famiglia iniziata più di un secolo fa.

L’azienda è situata in Val D’Aniene, tra i monti Ruffi e Simbruini (Castel Madama, in provincia di Roma) ed è giunta oggi al terzo anno di conversione al biologico. La sua “missione” è di notevole interesse e rilevanza, perché da un lato mira alla produzione di eccellenze alimentari e dall’altro al recupero di colture in stato di abbandono nonché alla custodia delle stesse tramite l’iscrizione alla Rete di Conservazione e Sicurezza.

Il territorio nel quale Lorenzo sta facendo sviluppare la sua azienda non è semplice dal punto di vista morfologico, per via della presenza di rocce diffuse che chiaramente preclude spesso la possibilità dell’utilizzo di attrezzature meccaniche e dove l’acclività accentuata rappresenta uno dei principali ostacoli.

Azienda Agricola Frosini Lorenzo: il biologico che ti conquista 1
Alcuni dei terreni coltivati da Lorenzo sono destinati all’olivicoltura, altri alla produzione orticola, alla canapicoltura, altri ancora alla produzione di frutta che viene poi trasformata in confetture con lavorazione artigianale, da laboratori specializzati.

I connubi di sapore sono alquanto eclettici e insoliti, partendo ad esempio dalla confetture extra di cacao e arancia, o di pere e rosmarino, di pere curcuma e pepe, prugne al peperoncino, fino ad arrivare alla sublime crema di brassicaceae o di fave, o al succo di pera, cetriolo lime e menta.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti e tutti i palati, ed io che li ho assaggiati (e ovviamente fotografati) posso solo confermare che Lorenzo sta facendo un ottimo lavoro, e che i suoi prodotti si contraddistinguono dagli altri, proprio come lui.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.