Primo investimento dell’acceleratore Agrofood BIC in una start-up innovativa: è Cynomys s.r.l.

Cynomys è il primo gioiello di Agrofood BIC, un acceleratore di promettenti e innovative start-up specializzate nel mondo del food.

Parte il primo investimento dell’acceleratore Agrofood BIC in una start-up innovativa: è Cynomys s.r.l.

Agrofood BIC S.r.l. (Business Innovation Center), un polo di innovazione aperta multi-azienda che lavora da gennaio 2019 su scala nazionale e internazionale per cogliere e valorizzare preziose opportunità di business, ha selezionato la prima start-up cui ha destinato un importante investimento in termini economici, di crescita e di sperimentazione. E’ Cynomys s.r.l., realtà genovese fondata da Enrico Carta, Fabiana Surace e Ambra Milani.

Cynomys è una startup che ha brevettato un’innovativa soluzione IoT per il monitoraggio ambientale e l’analisi dei consumi in allevamento. E’ fra i promotori di un allevamento consapevole, sostenibile e attento al benessere animale. Ha sviluppato un unico dispositivo che attraverso una piattaforma in cloud permette di tenere sotto controllo tutti i parametri che influenzano il benessere animale e la produttività in un allevamento. Importanti saranno i test in allevamenti, diversi fra loro per tipologia di animali e tipologia di prodotto e Agrofood affiancherà la start up in questa sperimentazione. “La strategia Farm to Fork del Green Deal ha evidenziato l’importanza di avere sistemi alimentari sostenibili, robusti e resilienti che funzionino anche in caso di pandemia. Sarà fondamentale che agricoltori e allevatori evolvano verso metodi che riducano l’impatto ambientale garantendo la loro produzione. Per affrontare queste sfide, il settore dell’allevamento dovrà fare ulteriore affidamento su innovazioni tecnologiche che permettano di ridurre le emissioni dei gas serra in atmosfera, migliorando sempre più lo stato di salute degli animali.

Primo investimento dell’acceleratore Agrofood BIC in una start-up innovativa: è Cynomys s.r.l. 1

Le soluzioni sviluppate da Cynomys potrebbero rivelarsi utilissime per raggiungere questi obiettivi e in parallelo potrebbero trovare nuove applicazioni anche in ambienti di lavoro chiusi e più esposti all’arrivo di virus. Ci aspettiamo grandi cose da questa collaborazione”, ha commentato il Presidente di Agrofood BIC e Granarolo Gianpiero Calzolari. “Il benessere animale è la nostra priorità: in quest’ottica siamo stati una delle prime aziende a livello europeo a investire in allevamenti alternativi e in ammodernamenti di quelli esistenti. Abbiamo realizzato, negli anni, molti progetti ed investimenti per rispondere a questa esigenza”, ha aggiunto Siro Lionello, Presidente del Gruppo Eurovo. “Crediamo fortemente nel ruolo centrale e strategico dell’innovazione tecnologica, per questo motivo, siamo molto motivati ed entusiasti di intraprendere questo progetto di collaborazione con Cynomys che ci permetterà di mettere a fattore comune esperienza e know-how nei reciproci ambiti di competenza”.

“Essere stati scelti da Agrofood BIC è per noi la conferma di tutto il lavoro finora svolto con passione e dedizione. Una grande opportunità di crescita e sviluppo per Cynomys, per ampliare le nostre soluzioni e svilupparne di nuove così da soddisfare le diverse esigenze delle aziende coinvolte nel progetto e non solo. Da questa proficua collaborazione ci aspettiamo di contribuire all’eccellenza del settore agroalimentare e del Made in Italy in particolare, grazie all’alta tecnologia”, ribadisce il CEO di Cynomys Enrico Carta.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.