In Olanda arriva un nuovo uso degli scarti alimentari

In Olanda arriva un nuovo uso degli scarti alimentari

Una grande catena olandese di supermercati ha messo in vendita per la prima volta prodotti realizzati con cibi destinati a essere scartati.

In Olanda non soltanto si raccoglie il cibo non venduto, ma lo si usa per preparare nuovi prodotti da vendere. Questa iniziativa contro lo spreco alimentare ha preso il via a Wageningen, una cittadina a 100 km da Amsterdam.
La catena di supermercati Jumbo ha creato la prima linea di prodotti fatti con gli scarti alimentari: birra realizzata con pane raffermo, zuppa da verdure rovinate, sidro con mele ammaccate e sapone fatto con bucce d’arancia.

L’iniziativa fa parte del programma “United against food waste” del governo olandese, che vuole dimezzare entro il 2030 la quantità di cibo buttato.
Nella prima settimana sono stati più di 700 i prodotti venduti, il doppio di quelli del reparto dedicato ai cibi biologici. Un segnale che indica che con progetti concreti si può riuscire a ridurre i 220 milioni di tonnellate di cibo sprecati ogni anno.
La linea di prodotti realizzata a partire dagli scarti alimentari servirà ai ricercatori dell’università locale per capire come i consumatori rispondano a questo tipo di offerte, quali siano i prodotti che preferiscono e quale sia il packaging più gradito.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi il nostro articolo precedente.

By |2018-10-09T10:23:44+00:00ottobre 9th, 2018|Categories: Alimenti, Ambiente|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'alimentazione in unico posto, è Foodonomy.

Rispondi