Site icon Foodonomy

Lo spritz come non lo avete mai visto e bevuto!

Lo spritz come non lo avete mai visto e bevuto!

Lo spritz come non lo avete mai visto e bevuto!

Più di un aperitivo, una vera icona famosa in tutto il mondo; eppure oltre che di Aperol e Campari il celebre Spritz può colorarsi di altre sfumature.

Lo spritz come non lo avete mai visto e bevuto!

Speriamo davvero che i puristi non si arrabbino perché in effetti il famigerato Spritz lo si conosce principalmente nella sua sfumatura arancione solare, simbolo di convivialità e buon umore, reso alcolico dall’aggiunta di prosecco, di Aperol o anche del Campari. Eppure l’aperitivo del triveneto famosissimo in Italia e nel mondo, qui la sua storia tra miti e leggende, può rivelarsi fonte inesauribile di sorprese per gusto ed anche vista perché può tingersi di tanti colori vivaci, inaspettati e, ovviamente, instagrammabili. Quali sono però gli Spritz con i colori di tendenza, che abbiamo visto su passerelle e tappeti rossi, quelli più vivaci e quelli più dark (ebbene sì esistono)? Quest’estate ma anche per questo autunno/inverno hanno dominato il rosa acceso e il fucsia dando origine al fenomeno fashion barbiecore perciò, Sex and TheCIty addicted che ci state leggendo, abbandonate anche solo per una sera il Cosmopolitan e concedetevi un altrettanto chicchissimo Spritz Rosè che deve il suo bellissimo colore all’amaro rosa Ast’up e al Prosecco Doc Rosè.

Blue Spritz – © Apetimemagazine.com

Per ottenere un aperitivo dal colore rosso accesso e passionale invece vi suggeriamo lo Spritz Select conosciuto anche come Spritz Veneziano che prevede l’utilizzo del bitter Select, storico amaro di Venezia. Il Cynar Spritz invece è una sicuramente un’interessante alternativa perché, oltre al colore certamente un po’ più cupo che vira verso verde muschio, garantisce un sapore dolce-amaro, grazie al carciofo, insieme alla freschezza di un buon vino bianco. Colore chiaro screziato di verde, grazie alla presenza delle foglie di menta, caratterizza il rinfrescante Spritz Hugo composto da sciroppo di sambuco o melissa, prosecco, soda o seltz. Altamente scenografico e molto originale lo Spritz Blu reso tale dall’aggiunta di Blue Curaçao al posto dei più tradizionali Aperol e Campari.

P31 Spritz

Dal blu elettrico passiamo invece al verde smeraldo tipico del P31 Green Spritz, noto anche come Spritz verde, sicuramente il più raro e complesso da realizzare perché al prosecco si unisce un bouquet di oltre 20 erbe officinali e profumi. Non semplice ma sicuramente di grande effetto anche al palato. Manteniamo un mood solare e positivo passando al colore giallo. Al primo sguardo lo Spritz Don the Beach può certamente ricordare un Bellini ma cambierete subito idea al primo assaggio: in questo particolare e molto estivo Spritz, insieme al prosecco sono combinati ben 2 sciroppi alcolici, il Mixybar Falernum dal colore dorato e il Mixybar Bergamotto giallo tenue.

Black Spritz – © Fabbri1905

Lo abbiamo tenuto per ultimo perché certamente il più originale ed insolito e sicuramente non per tutti. Lo Spritz Dark il cui colore nero (per davvero) è dato dall’aggiunta del Gum Nero: un bitter che unisce le caratteristiche del gum syrup analcolico con quelle del carbone vegetale. Tenetelo presente per il prossimo Halloween. Tutte queste varianti non vi bastano? Nessun problema. A Milano esiste l’Orange Spritz Bar che, a dispetto del nome, propone ben 16 varietà di Spritz, astenersi non amanti del drink.

Ti è piaciuto l’articolo? Scopri i nostri partner, o leggi le nostre ultime notizie.

SEGUICI SUI SOCIAL!

Exit mobile version